acqua e sapone tessera online dating - Riduzione a gradini online dating

Con questo accordo non può dirsi concluso l'intero iter in quanto rimangono aperte le procedure per due aziende del gruppo dove, a seguito dell'interesse di un primario gruppo bancario, ad assumere tutti i lavoratori di queste due aziende più un consistente numero di lavoratori dal fondo emergenziale, le parti hanno deciso di incontrarsi nuovamente il giorno 8 settembre per concludere la procedura della legge 223/91 alla luce dei possibili sviluppi.

Per le restanti 11 società interessate dalla procedura della 223/91, nonostante siano stati identificati dall'azienda un totale di 145 esuberi, la possibilità che le lettere di licenziamento siano effettivamente inviate ai dipendenti entro il 31/12/2010 dipenderà dall'interesse che la costituenda cd "newco" (che si occuperà prevalentemente di recupero crediti) susciterà in altri importanti gruppi bancari.

riduzione a gradini online dating-54

I primi lavoratori interessati al collocamento nel Fondo Emergenziale sono i dipendenti di Reteplus e di Carirete, che in questi giorni stanno ricevendo la convocazione per il giorno 17 agosto p.v., data in cui è previsto: Entro i 7 giorni successivi al 17 agosto, il lavoratore dovrà, tassativamente, recarsi al Centro Per l’Impiego del proprio comune di domicilio, per presentare “la dichiarazione di immediata disponibilità allo svolgimento dell’attività lavorativa”; lo stesso dovrà faxare immediatamente quanto rilasciato dal CIP all’azienda, affinché quest’ultima possa presentare la richiesta di adesione al Fondo Emergenziale e l’iscrizione alla lista di mobilità.

L’azienda ci ha comunicato che, ad oggi, non ci sono gli elementi per definire le ulteriori date di applicazione degli accordi di legge 223 per le altre aziende interessate alle procedure, anche perché è ancora in fase di studio, insieme ai consulenti delle banche creditrici, la definizione della struttura della Newco.

La situazione complessiva del Gruppo Delta risulta così determinata: organico 522 dipendenti, personale in esubero 369, personale restante 153 con un aumento di 7 dipendenti rispetto all’accordo dell’11 giugno scorso.

Gli accordi sono stati finora sottoscritti da Fabi, Fiba-Cisl, Fisac-Cgil, Dircredito, le OO. che hanno concluso questa mattina le trattative con i Commissari straordinari, dopo l’emanazione da parte dell'INPS delle procedure per l'accesso alla nuova Sezione Emergenziale dell’ammortizzatore di settore.

La prima e più consistente parte dei licenziamenti collettivi riguarderà le reti Reteplus e Carirete; per le altre società del gruppo si procederà in base a quanto previsto dagli accordi, dal piano industriale della newco e in relazione a possibili acquirenti di attività in liquidazione, fra cui la Sim.

Possibile diversa prospettiva per i lavoratori di Bentos e Sedicibanca: sul tavolo c’è la proposta di Intesa Sanpaolo per un ricollocamento al lavoro di personale che va oltre il numero dei dipendenti delle due società e che riguarderebbe anche buona parte dei lavoratori in mobilità.

La trattativa sancisce la dismissione dell'intera rete commerciale del gruppo in quanto tutti i lavoratori di Carirete e Reteplus verranno licenziati, ma a seguito del "paracadute" costruito assieme ad ABI da parte di tutte le sigle sindacali del settore, i lavoratori licenziati entreranno nel cd.

Fondo Emergenziale di settore dove potranno rimanere, in attesa di essere plausibilmente ricollocati all'interno e all'esterno di aziende del settore, per 24 mesi con un assegno di disoccupazione pari ad una percentuale che varia dall'80% al 60% dell'ultima retribuzione tabellare.

La FISAC/CGIL , a fronte della proposta aziendale, aveva ab initio rappresentato alle altre OO. e alla parte datoriale che i contenuti costituivano deroga di parti – peraltro significative - del Contratto Collettivo nazionale di lavoro.

La successione di accordi di gruppo derogatori del CCNL di Categoria costituisce, peraltro, presupposto al prossimo rinnovo contrattuale su istituti determinanti ( ad esempio, assunzioni, area contrattuale, inquadramenti, orari di lavoro ).

La FISAC/CGIL, assumendosi ancora una volta la responsabilità di farsi carico di una scelta difficile ma necessaria per la tutela del CCNL dei lavoratori del credito, prosegue coerentemente a sviluppare tutte le iniziative atte a garantire i lavoratori del gruppo DELTA ( licenziati e licenziandi ).

Comments are closed.