o bom rapaz online dating - Ditado ritmico e melodico online dating

Per cominciare a leggere, proprio dallo stesso punto in cui l'uomo ha cominciato a scrivere, volete aiutarmi in questa impresa? L'amore per i libri e per la loro diffusione, ha caratterizzato le più grandi civiltà. Forse come lui siamo ancora legati a quel vecchio proverbio indiano: "che tutto ciò che non viene donato va perso".Come non ricordare re Assurbanipal che volle raccogliere tutte le tavolette cuneiformi reperendole in ogni angolo del suo impero, per dar vita alla prima grande biblioteca della storia. Ed è ancora più incisivo e chiaro quel proverbio cinese che dice: Come non ricordare anche re Tolomeo, che fece costruire la splendida e purtroppo poi distrutta Biblioteca di Alessandria...

ditado ritmico e melodico online dating-71ditado ritmico e melodico online dating-3

Una che ha l’evidenza davanti agli occhi eppure vuole continuare a suonare in Italia non è normale.

Inizialmente la scrittura era utilizzata solo per scopi contabili, per ricordare debiti, crediti, impegni.

Poi venne un giorno in cui l'uomo decise di scrivere per "tramandare".

Per far sì che le sue conoscenze fossero trasmesse alle generazioni successive, per far sì che il suo sapere tornasse utile ai suoi discendenti.

E siamo noi i beneficiari di queste preziose informazioni che l'uomo non ha voluto far svanire nel nulla. Decine di migliaia di tavolette mesopotamiche ci raccontano credenze, paure, preghiere, migliaia di papiri egizi ci tramandano le gesta dei Faraoni, e migliaia di monumenti riportano nomi, date, formule...

E tutto questo creare è il più prezioso dei patrimoni, la più preziosa delle eredità.

Ho pensato che riuscire a raccogliere tutte queste storie, questi racconti, queste informazioni, questi frammenti, possa essere di grande importanza per tutti noi, per meglio capire le nostre origini.

Cercherò di raccogliere in queste pagine tutto ciò che è stato scritto dai popoli mesopotamici, dagli egiziani, dagli antichi popoli dell'India e della Cina, dagli antichi Greci e da tutti coloro che hanno deciso di tramandare qualcosa per iscritto. Spesso anche noi con lo spirito di Assurbanipal regaliamo agli amici più cari un libro.

Cantautrice e chitarrista veneziana, Elisa “Erin” Bonomo comincia a comporre dai 12 anni prevalentemente in lingua inglese per poi passare anche all’italiano verso i 20.

Il suo primo EP, autoprodotto e in lingua inglese, si chiama “Once in a blue moon” (2007). In studio abbiamo appena registrato le voci definitive di “Ciclista e Palombaro“, forse mi hanno assunta in una scuola di musica. Guido verso casa e per la prima volta in un anno penso di aver fatto una cazzata. Del km 30 mentre stai correndo in una maratona, come dice Federico.

Negli anni successivi si trasferisce a Padova, collaborando come speaker e autrice per una web-radio universitaria, Radio Bue, scrivendo uno spettacolo teatrale assieme all’attrice Grazia Raimondo, “Black Out! E’ la stanchezza e il dolore di una malattia sottile e bastarda che mi infastidisce da Aprile e colpisce nei momenti più insoliti. Lo studio è una palestra, sto buttando il meglio che ho. Ora tu sei allenata, e sai bene che la fatica è molta.

Comments are closed.